Post

Visualizzazione dei post da Novembre, 2010

Ad Hansen quel che è di Hansen

Immagine
Veloce segnalazione, in questi giorni già ampiamente trattata sia su CA, sia da cassandra che da oca. Jim Hansen sarà in Italia nei prossimi giorni, appuntamenti da non perdere. Purtroppo, a causa di molti (troppi) impegni che mi assillano (anche la scadenza dei post è abbastanza irregolare), sarà difficile che possa presenziare ad uno dei numerosi appuntamenti. Ma mi piacerebbe andare a sentirlo, magari a Milano o a Torino.
Intanto, un omaggio che avevo "costruito"  quasi 2 anni fa ad un grandissimo della scienza climatologica: direttamente dal forum di MeteoNetWork, in 4 parti. Lettura consigliata soprattutto a tutti coloro che hanno sputato sulla sua persona (vedi immagine) e che continuano ad oltraggiarne il suo lavoro (una cernita qui o qui). Con metodi di decontestipolazione, as usual. Consigliato anche questo suo recente scritto.

Uno
Due
Tre
Quattro
Diamo ad Hansen quel che è di Hansen.

*************

Qui in diretta Jim Hansen (lo Springsteen della climatologia :-D intervistat…

Col...gate: rivincita con interesse

Immagine
Un anno dopo la nascita del gate delle bolle balle (vedi per es. qui o qui), mezz'anno dopo lo scoppio delle stesse (vedi qui), i primi verdetti sulla sua eredità (?).
Oca, Cassandra e altri (bello questo di coby, ad es.) ne ricordano sviluppi, condizioni di contorno, effetti, snodi, approcci, associazioni.
Oggi possiamo dire che tutto è cambiato. Infatti in un anno siamo stati partecipi di una delle più audaci vendette che la recente storia della scienza ha potuto vedere all'opera. Servita su un piatto come deve essere servito e consumato un vitello tonnato.

0 a 1 pesante in entrata. Il furto delle mail produsse rumore, riverberi e dissonanze con echi voluti fino a Copenhagen (ma c'era già del marcio in partenza e bolle o non bolle non credo che sarebbe poi finita molto diversamente...) e obnubilò e ipnotizzò molti accoliti del global cooling imperante e del terrapiattismo bigoilista (vedi ad es. qui o qui). Contava e conta molto di più l'anelito e la propensione al co…

Diagrammi

Immagine
Il primo doppio diagramma di flusso sulla differenza fra scienza e fede, h/t Stukhtra.

Il secondo diagramma grafico sulla distribuzione dell'opinione professionale a proposito degli impatti dell'AGW, h/t Michael Tobis e aggiornamento h/t Stephen Ban.





Mosaici

Immagine

L'Alaska di Sarah Palin

Due anni dopo la débâcle di "Drill, baby, drill", sei mesi dopo la catastrofe di "Spill, baby, spill", torna in scena Sarah Palin con il suo primo reality promozionale, tutto dedicato alla sua Alaska imbiancata di oro nero. E di gasolina.
Vai Sarah, sei tutti noi....

Lassù...laddove il cielo è più blu...

Immagine
...succedono cose strane, in parte apparentemente finora impreviste e in parte invece apparentemente in linea con quanto ci si aspetta.


Come diceva una famosa canzone, il cielo (lassù) è sempre più blu: in effetti - in generale e più di quanto non lo sia già - si sta raffreddando su tutta la profonda colonna al di sopra di una specifica quota di riferimento e, almeno nella parte più bassa di questa colonna, si sta anche essiccando.


Lo strato color blu della magnifica foto sopra, scattata dall'equipaggio dello Space Shuttle Endeavor nel 1992, corrisponde alla stratosfera, l'"involucro" gassoso rarefatto che sovrasta la troposfera al di sopra della tropopausa.
Ebbene: il trend termico ricavato dalle misurazioni effettuate dai satelliti mediante il canale 4 della strumentazione MSU a bordo (come i NOAA-10 e NOAA-12, la più sofisticata strumentazione AMSU è a bordo dei NOAA15-18 solamente dal 1998), canale che effettua misurazioni con focus sulla bassa stratosfera, mostr…

La linea

Immagine
Paura di essere la paura stessa e pensiero lineare.

Cosa accomuna queste due caratteristiche? 
Ultimamente qualche spunto emerso dalla lettura e dall'ascolto di alcune tematiche che avevano come fil rouge i cambiamenti climatici.

Lo storico tedesco Matthias Dörries ha recentemente pubblicato uno studio (qui, in versione estesa) sul significato culturale del concetto di paura e sulla storia del suo progressivo accentramento nell'odierno dibattito sui cambiamenti climatici.
Scienza come antidoto alla paura, si diceva un tempo. Oggi, seppur ancora valevole, secondo Dörries andrebbe maggiormente posto l'accento su un altro tipo di "grand récit" che è un po' il rovescio del precedente: quello dei discorsi scientifici e popolari che danno corpo alla paura. Si badi bene: discorsi scientifici e popolari, il che equivale alla delega della scienza divulgata attraverso attori economici o della società dello spettacolo (media in primis). Le funzioni costruttive e distrutti…