Post

Visualizzazione dei post da Ottobre, 2011

La AMO...da morire! - Primo episodio

Immagine
Torniamo sui recenti risultati del gruppo BEST e vediamo adesso il quarto lavoro, quello sulle variazioni decennali delle T continentali globali che dicevo essere, per me, il più stimolante. Anche se poi, a conti fatti, la più grande novità di questi lavori pubblicati finirà per essere la metodologia applicata al primo lavoro (quello principale) e questo quarto lavoro ho come l'impressione che farà più fatica a passare in maniera integra il vaglio della revisione.

Downtown - Bias III

Immagine
La recente apertura del nuovo dataset BEST con le prime pubblicazioni del gruppo aperte al pubblico sul loro sito e in particolare il secondo lavoro incentrato sull'effetto isola di calore urbano (UHI), ha fatto da spunto ad alcune puntualizzazioni circa il presunto bias che questo effetto eserciterebbe sul trend termico di fondo a livello globale. Dopo i biases nei rilevamenti delle SST e quelli satellitari, eccoci dunque a quelli relativi alle misure termiche di superficie in aree urbane.
In un prossimo e ultimo post sui biases, parleremo delle tecniche di omogeneizzazione e correzione in uso nelle serie strumentali per sopperire a discontinuità nelle grandezze misurate, discontinuità perlopiù causate da un uso differente nel tempo di strumenti e procedure, oppure da cambiamenti strutturali come posizione delle stazioni e momento in cui si effettua il rilevamento o come condizioni ambientali del sito ove è ubicata la stazione (questo di riallaccia direttamente al post che state…

BEST says yes to come...

Immagine
...nel senso che, dei primi risultati del progetto Berkeley Earth Surface Temperature (BEST), quello che mi interessa di più e che MS approfondirà presto è l'ultimo. Ovvero il paper sulle variazioni decennali.


Trees of life - Foreste 2011 V

Immagine
Vitalità, dinamismo ma anche vulnerabilità nel mondo silvano del futuro più caldo dei prossimi decenni.

Il gioco delle 3 carte

Immagine
Metti una sera a cena all'autogrill. Come ai vecchi tempi. Mettici pure una puntatina al gioco delle 3 carte, quello che non sembra mai possibile che perdi sempre. Perché chi lo gestisce, lo fa nella consapevolezza che la cavia di turno sospetti una possibilità concreta e non remota di vincita e ignori il raggiro perché le carte sono solo 3 e io sono sicuramente bravo a seguire quella giusta fra i movimenti delle mani del prestigiatore e, al limite, ho una possibilità su 3 di azzeccarla. Invece si perde sempre. 

Stay Hungry. Stay Foolish

Immagine
Estratto dal discorso che Slavoj Zizek ha tenuto agli indignati statunitensi dell'OccupyWallSt a Liberty plaza settimana scorsa. È una vecchia storiella che girava nell'ex Germania Est:

#BAD11

Immagine
Edizione 2011 del BAD dedicata ad un tema come sempre molto importante: quello del cibo.

Per l'occasione, MS riprende due post che aveva pubblicato nel corso del 2011 nei quali direttamente (il primo) o indirettamente (il secondo) si parlava del problema del cibo e delle condizioni ambientali e climatiche al contorno che ne influenzano la produzione.

La stanza 237

Immagine
La stanza 237 è soprannominata la stanza dell'entropia. È molto grande, ampia ed accogliente ed è abitata da tempo immemore ma non da sempre. Al centro campeggia una grande vasca, ai bordi della quale si snodano molteplici percorsi e numerosi anfratti. Tutte le pareti laterali al di sopra dei bordi e dei percorsi che costeggiano la vasca centrale, sono punteggiate da numerosissime finestre, alcune delle quali chiuse, altre semiaperte ed altre ancora totalmente aperte. Sopra la piscina, appeso al soffitto, un'enorme radiatore funge da sorgente di luce e di calore e rende molto gradevole l'ambiente. Si dice che un tempo questa stufa fosse più vicina, forse alcuni strani marchingegni la tenevano in sospensione ad una minor distanza dal basso mentre l'ambiente della stanza sarebbe stato decisamente più caldo. Si narra che in altri tempi, invece, la stufa fosse più lontana, comletamente inserita in una botola al di sopra del soffitto, così che la stanza sarebbe stata più fr…

CH2011

Immagine
Presentati mercoledì scorso all'ETH di Zurigo i nuovi scenari climatici per la Svizzera nel 21esimo secolo, in occasione di un'importante manifestazione che si è tenuta nell'aula magna del Politecnico davanti ad un folto pubblico di quasi 400 uditori interessati provenienti dai più svariati settori economici: accademici, ricercatori, professori di vari ordini di scuola, mass media, operatori nel campo della gestione dei rischi, dell'economia agraria, del settore della produzione energetica, delle riassicurazioni, del settore bancario, mediatori culturali nel campo del turismo, dell'uso ricreativo e della pianificazione del territorio, ovviamente decisori politici,...

Addio, Steve...

Immagine

EcceSSionale...veramente

Immagine
Un anno di eccessi sull'emisfero nord. Un anno in immagini. Un film già previsto.

Ricordo, velocemente, le condizioni al contorno: minimo solare in lentissima ripresa, Nina potente, PDO-...variabilità naturale che gioca quindi al ribasso.

S'è visto.